Master of design: Serralunga docet

È stata, e sarà, una lunga e calda estate quella di Serralunga: certo non grazie alle temperature, ma sicuramente agli eventi a cui ha partecipato e per i quali si sta organizzando per iniziare un autunno al top al rientro dalle vacanze. 

 

Dal 6 al 24 settembre 2014 parteciperemo per la terza volta in qualità di partner ad Arketipos (Bergamo): la manifestazione internazionale dedicata all'architettura del paesaggio. Seguiranno il Flormart (10-12 settembre, Padova) dove avremo uno stand che avrà come focus la creazione di spazi verdi, e la Fiera di Voronezh (Russia) incentrata sulle grandi opere dell'urbanistica. 

 

Giugno e luglio sono invece già stati scenari di due importanti eventi internazionali a cui abbiamo partecipato. L'ultimo è il Flower Moscow Show (6-13 luglio), durante il quale Serralunga ha potuto rappresentare l'outdoor design Made in Italy a professionisti dell'architettura e della progettazione del paesaggio provenienti da tutto il mondo. 

 

Poco prima (Sydney, 22-24 giugno), è stata la volta del Rotomould 2014: la conferenza annuale dell'ARMA - Association of Rotational Moulders Australia che ha visto Marco Serralunga partecipare come ospite VIP, illustrando il ruolo di Serralunga nel mercato dell'outdoor design e il contesto del settore in cui opera dal 1825.  

 

I principi condivisi con la platea internazionale, nelle vesti di porta voce del Made in Italy originale e di alta gamma, sono riassumibili in alcune citazioni di forte impatto e capaci di sintetizzare un percorso, aziendale e di vita, che dura da quasi duecento anni:

 

  • bisogna giocare con la tecnica, non esserne schiavi
  • tradizione dinamica
  • inventare, è conclusione nel ricercare
  • i problemi sono messaggi
  • il vero realista è il visionario.

 

L'idea di "italianità" emersa dall'intervento è molto chiara e profondamente significativa se letta come manifesto dell'idea di arredamento, per esterni e interni, di Serralunga. Innanzitutto la creatività intesa come costanti ricerca e innovazione, parallele al rifiuto del banale e soprattutto alla «non ripetizione di modelli di successo». Lavorare nel mondo del design significa dunque intraprendere un viaggio continuo.

 

E ancora, italianità come capacità di combinare bellezza e raffinatezza degli oggetti a funzionalità  e praticità d'uso: «[...] l'idea si fa realtà viene a patti con la materia, o comunque con i vincoli (per esempio di spesa), traduce I'antica arte italiana dell'arrangiarsi, del mediare, del compromettere». Senza dimenticare punti cardine come attenzione ai materiali; attenzione ai dettagli e precisione artigianale; passionalità, calore e ironia dell'Italian style celebre in tutto il mondo; e, ultimo ma non meno importante, il continuum che da sempre lega tradizione e innovazione nelle collezioni di Serralunga apprezzate in tutto il mondo. Tanto che spesso l'azienda è riconosciuta come pioniere nel proprio campo, e ancor più spesso imitata.

 

Ciò che nessuno può, tuttavia, imitare è il nostro network internazionale di designer e collaboratori: professionisti di fama nazionale e internazionale che hanno dato vita, negli anni, a collezioni uniche. E proprio perché siamo consci della potenza della socialità e del collaborare, in uno scambio reciproco e continuo, uno dei nostri prossimi obiettivi si chiama "social networking". Anche questa è infatti una forma di innovazione: sfruttare le tecnologie per dialogare online direttamente con designer e appassionati, con tutti gli utenti che hanno qualcosa da dire o condividere!

Condividi: