RAFFAELLA MANGIAROTTI PRESENTA HONEY, LA LANTERNA PORTATILE CHE ILLUMINERA’ IL SALONE DEL MOBILE 2015 - L’INTERVISTA

Al Salone del Mobile di Milano (14-19 aprile 2015), la famosa designer italiana, Raffaella Mangiarotti presenterà HONEY, lanterna magica che permette di volare con l'immaginazione.

 

 

Sarà presentata al Salone Internazionale del Mobile, si chiama Honey, l'ultima creazione di Raffaella Mangiarotti, firma storica della Maison Serralunga.

 

Animo libero, versatilità e classe. Si annuncia così l'innovativo oggetto di outdoor design studiato dall'elegante mano di Raffaella Mangiarotti in collaborazione con Marco Ravina. La sostanza si unisce alla forma dando vita ad un prodotto di design, sinuoso e raffinato.

 

Il 2014 aveva visto la designer impegnata con Floret, lampada outdoor versatile che richiama un fiore lunare. La linea di oggetti d' arredamento da giardino LouLou si inserisce nelle novità presentate al Salone del Mobile dello scorso anno: tavoli e tavolini rettangolari e tondi con panchine coordinate.

 

Raffaella Mangiarotti, ricercatrice al Politecnico di Milano e fondatrice con Matteo Bazzicalupo dello Studio Deepdesign ha ricevuto molti premi e riconoscimenti in ambito internazionale. I suoi progetti hanno da sempre destato l'interesse dalla stampa internazionale. Abbiamo avuto il piacere di farle una breve intervista sull'ultimo prodotto di arredamento da giardino, disegnato per Serralunga.

 

 

1) Anche quest'anno torna al Salone del Mobile per presentare le novità disegnate per Serralunga. A cosa si è ispirata per la realizzazione di Honey?

 

Insieme a Marco Ravina ci siamo ispirati alla bellezza e alla luce. Essi sono i due elementi più importanti per la definizione del nostro ambiente. Con Honey ho voluto rendere questi aspetti di bellezza e luci estremamente accessibili.

 

2) Quali sono le caratteristiche che differenziano Honey dalle semplici lanterne?

 

Abbiamo speso molto tempo nel pensare e definire la forma. Volevo avere un oggetto iconico e senza tempo ma anche un oggetto che avesse un carattere proprio, definito.

La lanterna tecnicamente è molto interessante perché è ricaricabile ed ha una batteria che rende possibile mantenere la carica.

 

3) Di posti scontati né vengono in mente molti, qual è un luogo dove nella sua mente immagina di trovare Honey?

 

Quando lavori per Serralunga pensi all'outdoor: giardini, piscine, terrazze e balconi. Anche se Honey è utile anche in interni, nel soggiorno, magari anche a fianco ad un letto. Funziona come una torcia, la prendi in mano e puoi fare un bel giro in giardino, anche al buio. La ricarica dura più di undici ore.

 

4) L'anno scorso ha realizzato "Loungette" che quest'anno presenterà al Salone Internazionale del Mobile insieme ad Honey. Qualche anticipazione?

 

Sono soddisfatta del lavoro su Loungette, sia sotto il profilo estetico che funzionale e tecnico. E' una sedia omologata per esterno che ha la bellezza di una seduta per interni.

Honey penso sia un prodotto bello e pratico. Credo prenderò qualche lanterna per il mio terrazzo.

 

5) Qual è l'oggetto d'arredamento da giardino che ha disegnato per Serralunga che le dà maggior soddisfazione?

 

Quando disegni un oggetto per l'outdoor devi pensare ad un disegno che sia in relazione armoniosa con la natura e l'architettura. Per gli esterni la plastica è un materiale di straordinaria praticità e confortevolezza. Mi piace molto la relazione tra plastica e legno, è bellissima e conserva la praticità nella quasi totale assenza di manutenzione, rilevante in un prodotto per esterni.

Per questo mi piace molto Loungette, elegante e pratica.

 

 

Grazie Raffaella, ci vediamo al Salone Internazionale del Mobile!

 

Condividi: